Guide e suggerimenti

Comprendere il vino d’annata e perché è un buon investimento

Scritto da Tom | 24 marzo 2021


Per i collezionisti di vino in erba, “annata” è un termine in cui è molto probabile imbattersi. Ma cosa significa e perché è importante? L’esperto di vini Daniel Elswood ci spiega i pro e i contro del vino d’annata e perché è così speciale.


Cos’è il vino d’annata?

 

L’annata è semplicemente un singolo anno in cui viene prodotto un vino. Per essere etichettato come d’annata, solo le uve di quell’anno possono essere incluse nel prodotto finale. Gli champagne non d’annata, per esempio, saranno una miscela di varie annate e quindi non potranno essere etichettati come un unico anno. I produttori di champagne lo fanno per mantenere uno stile coerente per ogni anno, mentre le singole annate rifletteranno lo stile di quel singolo anno di maturazione. Questo è il motivo per cui gli champagne e i porto d’annata sono prodotti solo in determinati anni particolarmente buoni. 



L’annata è semplicemente un singolo anno in cui viene prodotto un vino.

Cosa rende speciale un bottiglia d’annata?

 

Persino dallo stesso vigneto, ogni anno sarà caratterizzato da un vino diverso, che potrà variare solo leggermente o fino ad arrivare a uno stile completamente diverso. Alcuni vini sono pensati da bere quando sono freschi e giovani, soprattutto i Sauvignon Blancs del Nuovo Mondo, e quindi è importante cercare le annate recenti. 

D’altro canto, molti vini rossi maturano nel tempo e, a seconda del raccolto iniziale e dello stile del vino, diventano più complessi, morbidi e rotondi. Inevitabilmente, con un prodotto limitato e sempre più scarso, aumentano di prezzo. 

Quali sono i fattori che determinano il prezzo dei vini e degli champagne d’annata?



L’annata può avere un enorme impatto sul prezzo. Naturalmente, quando le condizioni di maturazione sono perfette e le uve risultano in vini davvero buonissimi, la richiesta sarà elevata. Questi vini otterranno spesso buone recensioni e, per i vini migliori, le condizioni di maturazione perfette si tradurranno in bottiglie degne di essere invecchiate – aumentando così l’interesse nell’investimento. 



Una buona stagione di maturazione non sempre si traduce in grandi forniture, ma significa che i vini prodotti sono molto preziosi.

Detto questo, una stagione di crescita eccellente non si traduce necessariamente in prezzi più elevati. Spesso in annate solo “buone”, si possono ancora produrre vini ottimi, ma in quantità molto più ridotte, con il risultato di avere meno offerta per soddisfare la domanda e quindi prezzi più alti.


Ci sono differenze di gusto significative in una bottiglia molto vecchia rispetto a una nuova?

 

In una parola, sì. Il vino è un essere vivente e continua ad evolversi anche una volta imbottigliato. Una piccola quantità di ossigeno passa attraverso il tappo di sughero, il che contribuirà all’evoluzione del contenuto. I vini capaci di invecchiare a lungo si trasformeranno nel corso di molti decenni, passando tipicamente da aromi primari freschi e giovanili di frutta a note più mature e saporite, con note di frutta più sottili ed evolute. Durante questo processo di invecchiamento, la sensazione e la consistenza cambieranno anche a causa dello sviluppo dei composti fenolici nel vino. Forse i più importanti tra questi sono i tannini, che si ammorbidiscono con il tempo e nel lungo periodo si riducono, formando come sedimenti. Tipicamente i vini bianchi invecchiati assumeranno una consistenza più oleosa e viscosa, mentre i vini rossi svilupperanno una sensazione più morbida. 



Mentre i vini bianchi invecchiati acquisiranno consistenze più oleose e viscose, i vini rossi svilupperanno una sensazione più morbida. 


Anche la quantità di alcol e di zucchero inizialmente contenuti in un vino ha un impatto enorme sulla capacità d’invecchiamento. Alcuni Sauternes, per esempio, sono protetti da livelli più alti di zucchero residuo e possono durare più di cento anni. I Madera, che hanno un livello di alcol più elevato, possono andare ancora oltre fino ad arrivare a diverse centinaia di anni.


In cosa consiste una “buona annata”?

 

Dipende moltissimo da dove vengono prodotti i vini, ma in generale si riduce in moltissime ore di luce solare, piogge regolari ma non eccessive e buone condizioni durante la vendemmia effettiva, che idealmente durano abbastanza a lungo da permettere una sana maturazione della frutta. Naturalmente, intervengono molti fattori tra cui la gestione del vigneto e la capacità di selezionare la frutta a mano, ecc. Infine, un buon vino dipende anche in gran parte dal modo in cui l’enologo decide di curarlo in cantina negli anni successivi.


Ci sono annate, sulla base dell’anno o del produttore, in cui vale la pena investire e perché?


Anche in questo caso, decisamente sì. Per esempio, il 1982, il 2000, il 2005, il 2009, il 2010 e il 2016 a Bordeaux sono stati anni molto buoni e i vini prodotti si sono rivelati generalmente di alta qualità. Molti dei vini prodotti in questa annata potranno invecchiare per anni a venire e quindi il potenziale di investimento è alto. Lo stesso vale per l’annata 2008 dello champagne, che per alcuni produttori promette un eccellente ritorno sull’investimento a medio e lungo termine. 



Se hai uno champagne del 2008, è probabile che sia di valore e gusto eccezionali.

Quali sono alcune delle annate più vecchie in circolazione?


Il potenziale di invecchiamento, come detto, dipende dalla vendemmia iniziale, ma anche dallo stile del vino. A Catawiki abbiamo venduto diversi esempi di Chateau D’Yquem fino al 1890 e abbiamo avuto l’onore di ospitare una delle poche bottiglie conosciute di Klein Constantia del 1821, Vin de Constance: un vino che notoriamente era uno dei preferiti di Napoleone durante il suo periodo di prigionia sulla remota isola di Sant’Elena. 


 ____________________

Trova la tua bottiglia d’annata nelle nostre speciali aste di vini oppure registrati come venditore su Catawiki. 


Scopri altri vini |  vini Bordeaux Grand Cru Classé e Pomerol 



Potresti trovare interessanti anche questi articoli:


Alla scoperta dei garagisti: il culto del vino francese


Perché dovresti tenere d’occhio il vino tedesco


La storia segreta del vino austriaco



Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito