Tendenze

La comunità artistica si racconta: cosa succede adesso che l’arte si è spostata online?

Scritto da Tom | 18 marzo 2021


Mentre l’arte e le fiere si sono spostate online, molti operatori del settore si sono posti la domanda: e adesso? Per alcuni artisti e gallerie, la transizione dal mondo reale a quello online è stata semplice, mentre altri sono ancora in fase di adattamento. Abbiamo parlato con tre membri della comunità artistica sul mondo dell’arte in rapida evoluzione e su cosa questo significhi per il futuro. 


Artfever


Chi sono?


La galleria Artfever è stata fondata alla fine del 2010. La sua creazione è il culmine di 10 anni di coinvolgimento nel mercato dell’arte: prima come collezionista privato, poi come venditore occasionale e intermediario per le gallerie tradizionali.


Perché hanno iniziato a vendere online?


Avendo consigliato e collaborato con molti professionisti del mercato, il digitale è sempre stato una scelta ovvia per noi. Ci ha dato l’opportunità di riportare in vita opere d’arte che erano rimaste inutilizzate nei magazzini delle gallerie. Per mancanza di tempo, di spazio o avendo esaurito il loro naturale bacino di utenza, questi professionisti tenevano da parte dei veri e propri tesori. La vendita online è uno strumento eccellente per rimettere le opere d’arte in un contesto favorevole al loro apprezzamento: collezionisti e curiosi di tutto il mondo possono ora accedervi. 




Essere online ci permette di valorizzare davvero il lavoro degli artisti che seguiamo. Per esempio, qualche anno fa, abbiamo cominciato a interessarci al pittore di Montmartre, Elisée Maclet, e abbiamo esposto regolarmente i suoi quadri. Quasi dimenticato dal mercato fino a poco tempo fa, l’interesse per questo pittore, amico di Gen Paul e Maurice Utrillo, sta vivendo una forte rinascita in un pubblico sempre più numeroso di appassionati e ci piace pensare di aver contribuito a questa riscoperta.


Secondo loro, qual è il principale vantaggio della vendita online?


Reattività! Pubblicando arte online, le opere sono immediatamente disponibili non solo per gli intenditori ma anche per chiunque si trovi su internet. Si tratta di potenziali acquirenti d’arte che scopriranno qualcosa che altrimenti non avrebbero scoperto, semplicemente grazie a una parola chiave, una ricerca correlata o un’altra opera.


Lavorare online significa anche essere in grado di offrire informazioni immediatamente. Sorge una domanda? La risposta può essere data al cliente rapidamente. Una volta conclusa la vendita, non c’è bisogno di aspettare la fine della mostra per portare via l’opera: arriva a casa del cliente entro pochi giorni.


Come si immaginano il futuro del mercato dell’arte? 


Le gallerie continueranno a promuovere gli artisti contemporanei, ma non avranno più l’esclusiva: direttamente o attraverso influencer e grandi piattaforme, gli artisti diffondono direttamente le loro opere. Questo contatto diretto con gli acquirenti offre agli artisti un riscontro rapido sulle tendenze, uno spazio di scambio e la possibilità di lanciare nuovi progetti.

Shepard Fairey vende le sue edizioni limitate in pochi secondi, Orlinski organizza un sorteggio per selezionare i fortunati che potranno acquistare le sue sculture, su una scala più piccola, gli artisti finanziano le loro prime edizioni grazie al crowdfunding. 




Le gallerie e le case d’asta contribuiranno ancora con il loro fiuto e la loro esperienza. I mercati online, ognuno con le sue specificità, continueranno a mettere insieme risorse umane (competenza) e attrezzature (sviluppo informatico), una forza di marketing (pubblicità, referenze) e una capacità di rassicurazione (terza parte fidata, servizio clienti). Le gallerie come la nostra raggiungeranno comunità più ampie di clienti, che probabilmente faranno i loro acquisti a livelli di prezzo che nessuno avrebbe previsto qualche anno fa.


Pure Evil Gallery


Chi sono?


Pure Evil è una galleria che ha sede a Londra, specializzata in una vasta gamma di tecniche miste, street art, arte rifinita a mano e perspex. È gestita da me, Charles, un artista di strada, “gallerista per caso” e musicista.


Perché hanno iniziato a vendere online?


Da quando ho superato l’esame di maturità, sono sempre stato a mio agio al computer e quindi aveva senso essere in grado di raggiungere un grande pubblico internazionale online fin dall’inizio. Questo è diventato particolarmente vero durante la pandemia, quando le persone hanno passato più tempo su Zoom e online. Ho tenuto delle conferenze di recente e parlo della cultura della miniatura, per cui adesso tutti stiamo scoprendo la nostra nuova arte preferita come una miniatura sui nostri telefoni o sui nostri dispositivi in generale. Succede molto di più in ambito digitale, dove siamo più abituati a un’immagine in formato 76 x76, rispetto a vedere la nostra nuova arte preferita alla Tate o al Louvre.




Secondo loro, qual è il principale vantaggio della vendita online? 


Anche con la galleria, abbiamo notato che le vendite online sono impazzite di recente. Tutti stanno comprando arte per la loro "stanza Zoom", ora che sono bloccati a casa. La gente cerca la sensazione di euforia che si prova quando si compra un’opera d’arte, poi arriva, si spacchetta e si decide dove appenderla.


Come si immaginano il futuro del mercato dell’arte? 


Forse l’arte “reale" non esisterà più; sarà semplicemente cablata nella nostra testa e sperimenteremo l’arte come un messaggio neurale che bypassa completamente i nostri occhi e arriva direttamente nel nostro cervello e nelle nostre sinapsi? A parte gli scherzi, facciamo vera arte concreta. Penso che la gente apprezzerà ancora l’arte che è stata materialmente creata dall’artista, che si può tenere in mano, si può sentire e si può godere della consistenza – ma anche l’idea del cervello non è da scartare. Preferiresti possedere un Van Gogh o un suo jpeg?


Art Dumay


Chi sono?


Art Dumay è un affermato rivenditore d’arte a Nuenen (est 2000). Agiamo come intermediari per le vendite online. Vendiamo oggetti d’arte online in tutto il mondo attraverso Catawiki dal 2015. Facciamo tutto questo non solo per conto di privati, ma anche per collezionisti, aziende e organizzazioni.



Alfred de Breanski (1852-1928) - Early Morning


Perché hanno iniziato a vendere online?


Dopo molti anni di vendita dal vivo, abbiamo notato (in particolare tra il 2014-2015) che il mondo dell’arte stava cambiando. Una tendenza generale in tutto il mondo ci ha mostrato un aumento delle transazioni su internet. Il mondo dell’arte si sta digitalizzando da anni e l’emergenza Covid-19 ha costretto gli amanti dell’arte ad acquistare online. Il mondo dell’arte digitale ha fatto un salto enorme e noi volevamo farne parte. Ecco perché l’azienda si è trasformata passando dal commercio d’arte dal vivo alle vendite online: perché crediamo in questo nuovo mondo dell’arte.


Secondo loro, qual è il principale vantaggio della vendita online? 


Il principale vantaggio di vendere arte online è raggiungere la persona giusta per l’opera giusta. Avendo più di 16 milioni di visitatori ogni mese, Catawiki ci offre una piattaforma accessibile a tutti da tutto il mondo, 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Insieme al nostro servizio di alto livello, alla gestione rapida e costante nell’invio delle opere in tutto il mondo e al marketing mirato, possiamo raggiungere clienti sempre nuovi.




Come si immaginano il futuro del mercato dell’arte? 


Cose che una volta erano considerate inappropriate adesso sono argomento di discussione: le società stanno vendendo parte delle loro collezioni. Questo processo è importante nella gestione delle collezioni aziendali. La vendita di oggetti della collezione permette di fare nuovi acquisti o di rinnovare ed esporre le collezioni esistenti.


Non solo è cresciuta la digitalizzazione, ma anche il desiderio dei collezionisti d’arte, delle aziende, delle autorità e delle organizzazioni di vendere parte delle loro collezioni (ad amanti dell’arte che desiderano invece collezionare). Quindi si crea una specie di circolo virtuoso. Su una piattaforma internazionale online, come Catawiki, queste esigenze possono essere perfettamente soddisfatte. 


____________________

Esplora la nostra selezione di arte oppure, se hai oggetti speciali da vendere, registrati come venditore


Scopri altra arte | arte moderna e contemporanea


Potrebbero interessarti anche:


Le fiere si spostano online e il mondo del collezionismo è di fronte a una resa dei conti


In che modo l’emergenza covid-19 sta cambiando le case d’aste


In che modo le aste online stanno cambiando la street art


Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito