Tendenze

L’irresistibile romanticismo della radio nell’era della pandemia

Scritto da Tom | 17 dicembre 2020


La radio ha svolto un ruolo fondamentale nella storia del mondo, sia a livello politico che personale. L’audio scoppiettante delle trasmissioni radio era emozionante – era sia la fonte delle ultime notizie che il suono confortevole della familiarità. L’inizio dell’era digitale e l’impennata della televisione e dei video hanno minacciato di sconvolgere il futuro della radio nel panorama dei media moderni. Tuttavia, ha resistito bene con una nuova ondata di utenti, audiofili e collezionisti di radio, soprattutto nel 2020, quando un numero sempre maggiore di persone si è rivolto a questo mezzo a causa della pandemia. L’esperto di Hi-Fi e attrezzature radio, Ariel Cabello, spiega perché non c’è ancora niente che sia comparabile alla radio. 


Abbiamo appena festeggiato l’anniversario della trasmissione radio di Marconi. Cosa significava per il mondo?


Anche se questo concetto era già stato scoperto, essere in grado di effettuare una trasmissione transoceanica è stato uno dei maggiori successi nelle comunicazioni, se non il più importante. Non sappiamo cosa sarebbe successo se questo evento non si fosse realizzato, ma sospetto che se non l’avesse fatto Marconi, l’avrebbe fatto qualcun altro. Si è aperto un intero nuovo mondo di domande e possibilità nelle comunicazioni, ha cambiato il nostro modo di comunicare. Poter parlare con qualcuno dall’altra parte del mondo è qualcosa che abbiamo dato per scontato fino a quando non è scoppiata la pandemia, ma al momento della sua creazione la radio ha letteralmente rivoluzionato il modo di vivere della gente. 



La radio ha cambiato il mondo ed è ancora oggi uno degli mezzi di comunicazione più pionieristici

La radio sta vivendo una sorta di rinascita in alcuni paesi, secondo te perché?


A mio parere, nessuna forma di comunicazione si è mai avvicinata alla semplicità, alla schiettezza e alla compagnia della radio. La televisione è stata un grande rivale, ma non ha mai rimpiazzato la radio in termini di comunicazione sociale. 

Il boom dei podcast ci ha ricordato che non abbiamo bisogno poi di tanto per creare o goderci la comunicazione: buoni contenuti, buona musica e conoscenze tecniche di base sono più che sufficienti. Man mano che ti abitui ad ascoltare i podcast, ti immergi in qualcosa che già conosci e che ti è familiare, come un programma radiofonico. 


Cosa ne pensi della radio in confronto ai podcast – sono in competizione o complementari?


È una domanda complicata. In termini di ascolto, c’è una vera e propria competizione tra radio e podcast. Ma poiché il cosiddetto “etere” è lo stesso per entrambi – e anche lo spazio per la creatività e la qualità dei contenuti è aperto – credo che sia una competizione che favorisce l’ascoltatore.   


Questa pandemia ha avuto un qualche impatto sugli ascoltatori radiofonici?


Penso che chiunque abbia affrontato la solitudine e l’isolamento durante il confinamento abbia trovato qualcosa di simile all’amicizia e al conforto nella radio. È servita un po’ da sostituto per una buona compagnia e un po’ di divertimento. 



Il boom dei podcast ha portato a un rinnovato interesse per la radio.

Cosa c’è di speciale nel suono di una radio che lo distingue da altri audio?


C’è un alone di mistero attorno al suono della radio, non so se qualcuno l’abbia ancora definito, ma sospetto che abbia molto a che fare con il senso di assenza. La radio è un mix di parlato e musica, che fa da sottofondo e fa compagnia… un effetto difficile da replicare. 

Naturalmente esistono alti livelli di qualità nelle emissioni (stazioni radio) e nei recettori (mini radio, radio da cucina, radio a valvole, sintonizzatori hi-fi, potenziatori, ecc.). Può essere pessima come l’AM sotto un ponte o una FM piena e calda che passa attraverso un incredibile livello di amplificazione e altoparlanti dal suono incredibile, ma niente di tutto ciò può discostarsi da quel misterioso velo di compagnia e di suono così particolari. 


Ci sono tantissime varietà di radio in circolazione, da quelle mini alle radio a valvole

Perché ritieni che sia importante mantenere viva la radio come mezzo di comunicazione?


La radio come mezzo di comunicazione è il più semplice e affidabile possibile. Non solo, è anche un oggetto semplice che può essere usato da chiunque, in (quasi) tutte le circostanze. In questo senso possiamo anche dire che, come dispositivo e mezzo di comunicazione, la radio rimanda all’integrazione e all’uguaglianza.  

Attraverso la radio abbiamo ascoltato la fine della guerra e la trasmissione di War of the Worlds. Abbiamo sentito i Queen in diretta allo stadio di Wembley nel 1986. È in circolazione da sempre e si adatta al tempo che passa. La radio ha sempre un modo per mantenersi in vita.


Infine, cosa ti piace di più delle radio?


Mi piace il design dell’oggetto in sé. In termini di funzionalità, si tratta invece del suono caldo e di qualità deliziosamente più bassa, specialmente per le radio a valvole e in particolare quelle in stile Art Deco. Come ascoltatore, mi piace la compagnia e la sensazione di non sapere chi c’è dall’altra parte. Come conduttore, presentare alla radio è un’esperienza straordinaria. Prepari il programma, la musica, la pubblicità, le interviste, il suono, le parti tecniche e mandi tutto in onda. 


La radio è un compagno intramontabile, ora più che mai

Potremmo parlare a lungo del fatto che faccia compagnia, delle innovazioni tecnologiche, della storia e di aneddoti vari. Ma la verità è che, finora, la radio non ha rivali.

____________________

Esplora le nostre aste di radio oppure diventa un venditore su Catawiki.


Scopri altri Hi-Fi e radio | musica


Potrebbero interessarti anche:


Storie appassionanti: l’infinita passione di Kim Meyer per le radio

Come determinare il valore delle tue radio antiche

Come la radio ha cambiato il mondo

Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito