Guide e suggerimenti

Cosa c’è da sapere sulle borse da viaggio Louis Vuitton

Scritto da Tom | 12 novembre 2020


Louis Vuitton è una delle case di moda più riconoscibili e di successo al mondo. Produce una vasta gamma di prodotti, dagli orologi ai portafogli, dagli occhiali da sole ai gioielli. Ha ampliato la sua offerta nel corso degli anni, ma le sue borse da viaggio di lusso sono rimaste a lungo il loro prodotto principale, che ha fatto ottenere al marchio un ampio consenso. Abbiamo fatto una chiacchierata con l’esperta di moda Stefani Markovic per comprendere in che modo il baule da viaggio di LV si sia guadagnato la sua reputazione e conoscere tutto ci+o che c’è da sapere sul marchio.


Louis Vuitton ha iniziato come marchio di articoli da viaggio – cosa rendeva le sue valigie distintive per l’epoca?


Louis Vuitton nasce quasi due secoli fa, quando il fondatore Louis Vuitton aprì il primo negozio situato al 4 di Rue Neuve-des-Capucines a Parigi nel 1854. La sua visione era quella di creare oggetti da viaggio resistenti, durevoli, leggeri e facili da trasportare. 


All’inizio i bauli LV erano più ingombranti, ma comunque eleganti e durevoli

I bauli erano parte integrante dell’offerta del marchio. Infatti, fuori del primissimo laboratorio di Louis Vuitton si leggeva persino un cartello: “Imballa in modo sicuro gli oggetti più fragili. Specializzato nel confezionare mode”. Uno degli aspetti distintivi dell’approccio di LV era l’uso della tela al posto della pelle. Questo aspetto era rivoluzionario per l’epoca, poiché rendeva i bauli impermeabili e molto resistenti. 



I bauli rettangolari un tempo erano alla moda e probabilmente lo sono ancora

Nel 1858 introdusse i bauli rettangolari. La loro forma permetteva di impilarli con facilità in viaggio, a differenza dei “normali” bauli con la parte superiore arrotondata che all’epoca venivano prodotti in serie per il mercato. Per migliorarne il peso e la praticità, arrivarono uno scheletro in legno leggero e cerniere in tela a sostituire i tradizionali pesanti modelli a cupola in pelle.


Come si sono evolute le borse nei modelli che conosciamo oggi?


La nomina del figlio di Louis Vuitton, Georges Vuitton, a capo della Louis Vuitton, creò e cambiò molteplici aspetti dell’approccio dell’azienda, molti dei quali contribuirono a trasformarla nel marchio di lusso vincente che conosciamo oggi. Nel 1886 rivoluzionò le serrature dei bagagli con un ingegnoso sistema di chiusura che trasformava i bauli da viaggio in veri e propri scrigni del tesoro.


George Vuitton è stato la mente dietro il Monogram firma di LV con diamanti, cerchi e fiori


La sua creazione principale fu la classica tela Monogram Canvas tipica dei prodotti di LV, con i suoi diamanti, cerchi e fiori. Questo motivo fu introdotto e brevettato per la prima volta nel 1896. Nel 1914 Georges aprì sugli Champs-Élysées a Parigi il “Louis Vuitton building”, che divenne il più grande negozio di articoli da viaggio del mondo e contribuì a rendere famose le borse attirando anche un nuovo pubblico. 


Quali sono alcuni dei bagagli iconici di Louis Vuitton?


Il baule armadio è diventato un’icona della raffinatezza francese per molti clienti. Edith Piaf, Elizabeth Taylor o Marlene Dietrich erano tutte proprietarie del baule LV. Molti dei loro tesori sono adesso nelle mani di collezionisti privati. 

Uno dei bauli più celebri è il “Grand Wardrobe Trunk”, con un interno a settori composto da sei cassetti di tela a scalare, appendiabiti e un portascarpe da viaggio. Il baule era anche dotato di un telaio a tenda, un ingegnoso dispositivo per mantenere i capi compatti durante il viaggio. 


Il borsone/bagaglio a mano “Keepall” è una delle borse più popolari di LV


La seconda leggendaria borsa da viaggio LV sarebbe la “Keepall”, presentata nel 1930. Le celebrità vengono spesso avvistate con una Keepall mentre sono in viaggio: dopotutto, è leggera, portatile ed elegante. La Keepall è disponibile in quattro diverse misure: 45, 50, 55 e 60 cm.


Non sono oggetti esattamente economici: vale la pena investire?

 

L’artigianalità, la qualità e il valore di rivendita sono tutti fattori che rendono una borsa Louis Vuitton un investimento per la vita.  Le borse Louis Vuitton sono resistenti e ben fatte, durano decenni. Una borsa Louis Vuitton è un marchio di qualità riconosciuto in tutto il mondo, un successo guadagnato e costruito in oltre cento anni di attività. Comprando una borsa LV, si acquista un piccolo pezzo di storia. 


Louis Vuitton ha una tradizione di qualità che ha permesso al marchio di arrivare al XXI secolo popolare come sempre

Cosa ti piace in particolare delle loro borse?

 

Adoro il fatto che le borse Louis Vuitton stiano diventando la tela di artisti internazionali: Stephen Sprouse, Takashi Murakami, Richard Prince, Yayoi Kusama e Jeff Koons sono alcuni degli artisti che hanno creato collezioni da sogno di borse e accessori. Hanno ispirato alcuni degli artisti più importanti al mondo, a testimonianza della qualità e dell’impatto del marchio nell’immaginario comune. 

____________________

Scopri le nostre borse di design nelle aste settimanali oppure registrati come venditore.


Scopri altre borse | borse esclusivemoda 


Potrebbero interessarti anche:



Come individuare una borsa Chanel falsa

Jean Paul Gaultier e la rivoluzione delle norme di genere

Grace Coddington: la forza creativa sottovalutata di Vogue

Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito