Interviste

Perché dovresti tenere d’occhio il vino tedesco

Scritto da Tom | 25 agosto 2020


La posizione della Germania tra i paesi con una storia di vini ben consolidata — non ultima l’Austria che ha una storia enologica segreta tutta sua — ha fatto sì che spesso venisse trascurata come destinazione per gli amanti del buon vino. Tuttavia, è un paese con una lunga storia vinicola – e sta iniziando a emergere e ad affermarsi sul mercato europeo. Patria di una serie di vini rossi, bianchi e da dessert eccezionali, il vino tedesco è sulla cresta dell’onda. Abbiamo fatto una chiacchierata con l’esperto di vini, Daniel Elswood, per saperne un po’ di più. 


La Germania ha una storia vinicola prodigiosa, ma perché è meno conosciuta rispetto a tanti altri paesi europei?


La Germania affonda le sue radici nella viticoltura fin dall’epoca romana. Tuttavia, nel corso del tempo, la Germania è diventata sempre più conosciuta per la sua eccezionale produzione di birra. È un peccato, perché produce alcuni dei vini più raffinati, interessanti e d’alta qualità del pianeta. Un motivo per cui viene trascurata può forse essere attribuito ai vitigni utilizzati, che spesso si discostano da quelli tradizionali internazionali.

A differenza del suo partner vinicolo più vicino, l’Austria (che ha iniziato a piantare un maggior numero di queste varietà di recente), la Germania lavora principalmente con il Riesling tedesco. È senza dubbio il re delle uve germaniche, anche se spesso confuso con altri vitigni come lo Spätburgunder o il Pinot nero tedesco. Forse, tuttavia, la ragione più importante per cui questi vini sono spesso trascurati è la natura fuorviante del sistema di etichettatura utilizzato in Germania. 


La Germania è il terzo produttore di Pinot nero al mondo, dopo Francia e Stati Uniti


Potresti spiegare meglio il sistema di etichettatura?



Ci sono molti livelli di qualità ed espressioni diverse per dirti cosa c’è nella bottiglia che stai acquistando, il che può confondere anche l’appassionato di vini più esperto. Ci sono, tuttavia, alcuni punti chiave da considerare.

Il primo su tutti è quanto sia dolce o secco il vino. Trocken significa “secco” in tedesco e questi vini hanno livelli di zucchero simili a quelli di uno Champagne brut. Anche i vini etichettati Große Gewächse sono secchi. Poi ci sono etichettature che comprendono: Kabinett, Spätlese, Auslese, Beerenauslese, Eiswein, Trockenbeerenauslese, con una dolcezza via via più elevata. Il Trockenbeerenauslese ha il più alto contenuto di zucchero, con almeno 154 g di zucchero per litro.


Ultimamente l’interesse per le regioni vinicole tedesche è aumentato. Perché stanno diventando più popolari?

 

Il motivo principale potrebbe essere che il Riesling (accanto allo Chardonnay) è diventato una delle varietà di uva bianca più popolari degli ultimi vent’anni. Come detto, il Riesling è sempre stato il vitigno più importante in Germania. Le temperature più fredde del paese e i cicli di crescita più lunghi sono decisamente convenienti per la produzione di Riesling (un vitigno che tende a preferire tempi di maturazione più lunghi per raggiungere una maggiore complessità e longevità). Il paesaggio della Germania con i suoi terreni scoscesi, spesso di ardesia o granito, è anche essenziale per la produzione di alcuni vini estremamente interessanti e complessi, che gli appassionati hanno imparato ad apprezzare.


Il Riesling è il vino principale e più popolare della Germania

Ci sono anche nuovi enti di controllo della qualità del vino, come il VDP (Verband Deutscher Prädikatsweingüter) – che comprende una selezione di circa 200 vigneti, molti dei quali sono tra i migliori produttori del paese che seguono un regolamento specifico per far parte dell’organizzazione – che hanno reso molto più semplice l’identificazione dei vini di alta qualità.


Il cambiamento climatico (con temperature sempre più miti) ha influenzato questi vini in qualche modo?


È vero che le temperature più miti degli ultimi 20 anni hanno iniziato ad avere un impatto su molte regioni del paese. Di recente ho parlato con uno dei produttori di vino più riconosciuti in Germania, che ha dichiarato che dove veniva prodotto quasi ogni due anni l’Eiswein (un tipo di vino da dessert ottenuto dall’uva congelata sulla vite), adesso la regolarità delle condizioni necessarie per realizzarlo significa che la produzione si verifica molto meno spesso. 


Ci sono state anche meno annate negative per via delle temperature estremamente calde che le giornate di maturazione hanno vissuto negli ultimi 20 anni. Naturalmente ci sono delle eccezioni, come la vendemmia del 2003. Tuttavia, in generale, temperature più calde permettono alle uve di raggiungere la maturazione necessaria per un maggiore contenuto di alcool e di zuccheri residui con maggiore regolarità.

Quali sono i vini tedeschi da ricercare e da quali regioni?


Per quanto riguarda i vini rossi, lo Spätburgunder è il più importante vitigno a bacca rossa e vale la pena provarlo. La Germania è il terzo produttore mondiale di Pinot Noir/Spätburgunder (dopo Francia e Stati Uniti). La qualità è migliorata notevolmente negli ultimi tre decenni (anche grazie alle temperature più elevate). Vengono poi coltivate anche altre varietà internazionali come il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Malbec, il Syrah o il Cabernet Franc. 



Per i vini rossi, lo Spätburgunder. Per i bianchi, prova il Riesling, Rieslaner o il Gewürtraminer. 

Per quanto riguarda il Riesling, le principali regioni in Germania sono Mosel-Saar-Ruwer, Rheingau, Nahe, Rheinhessen, Pfalz, e Franken. Altre varietà di vitigni a bacca bianca includono Rieslaner (un incrocio tra Riesling e Silvaner) Gewürtraminer e persino Sauvignon Blanc, che è migliorato tantissimo negli ultimi anni. 


Quali sono i produttori tedeschi da conoscere assolutamente?


La maggior parte dei produttori tedeschi sono membri del VDP, quindi questo è un buon punto di riferimento quando si è alla ricerca di vini di qualità. Ci sono i classici produttori tradizioni di Riesling come Egon Müller, Joh. Jos. Prüm, Robert Weil, Schloss Johannisberg e Klaus Peter Keller con i suoi recenti vini Riesling secchi. Tra i nomi meno noti, invece, ci sono anche Reichsgraf von Kesselstatt, August Kesseler, Christmann, St. Antony, Dr Heger, Knipser, von Winning, Wittmann o Julian Haart, che sono già diventati o stanno per diventare produttori classici.



Per lo Spätburgunder, tieni d’occhio nomi come Friedrich Becker, Rudolf Fürst, Balthasar Ress, Franz Keller Meyer-Näkel Knipser, Bernhard Huber, Jean Stodden o Baltes, tutti tra i migliori per la qualità dell’uva.


 ____________________

Scopri i vini tedeschi nelle nostre aste dedicate al vino oppure registrati come venditore su Catawiki. 


Scopri altri vini | porto e vini liquorosi



Potresti trovare interessanti anche questi articoli:


La storia segreta del vino austriaco

Tutto ciò che devi sapere sul vino biologico

Come riconoscere una bottiglia di vino falsa


Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati adesso!