Guide e suggerimenti

Come prenderti cura del tuo bonsai

Scritto da Tom | 21 agosto 2020


Per gli appassionati di botanica, i bonsai hanno un fascino particolare. Questi particolari alberi prendono il nome dalla forma d’arte del bonsai e quando vengono curati adeguatamente, possono vivere per centinaia di anni. Se di recente hai fatto un investimento acquistando un bonsai, ti starai probabilmente chiedendo come farlo crescere adeguatamente. Per fortuna, abbiamo chiesto al venditore di bonsai Gerrit Lodder qualche consiglio per la cura del tuo bonsai. 


L’arte stessa del bonsai prevede l’attento mantenimento in miniatura degli alberi, affinché assumano l’aspetto nodoso per cui sono noti pur rimanendo compatti e in vaso. Prendersi cura di un bonsai e coltivarlo in una forma scelta sono aspetti che fanno parte della gioia di possedere questi longevi esemplari. Tuttavia, ci sono alcune regole di base da seguire.


Interno o esterno


Una delle prime decisioni che dovrai prendere è se il bonsai verrà cresciuto all’interno o all’esterno. Ogni bonsai ha un suo differente ambiente preferito, quindi conoscere il tuo albero ti aiuterà a decidere dove posizionarlo. 



Sapere se il tuo bonsai è più idoneo per ambienti esterni o interni sarà il principio guida della tua strategia di cura


«I bonsai si distinguono tra alberi da interno e da esterno» spiega Gerrit. «Gli alberi da interno provengono da paesi tropicali, mentre i bonsai da esterno provengono da paesi stagionali. Per quando riguarda i bonsai da interno, l’ideale per iniziare sono il Ficus o la Zelkova – in particolare il Ficus che può sopportare una bassa umidità, contro la maggior parte dei bonsai che preferisce invece un’umidità elevata. Per i bonsai da esterno, meglio un acero giapponese (Acer palmatum), un pino (Pinus) o un ginepro (Juniperus Sinensis)».


Annaffiatura


I bonsai richiedono una certa dose di amore, attenzione e acqua. L’annaffiatura dipende da diversi fattori ambientali come la luce, la stagione, il tipo di bonsai e le condizioni del terreno. La regola generale è che il terreno deve sempre rimanere umido, ma non troppo, perché questo potrebbe portare le radici a marcire. «Ricorda di annaffiare regolarmente. Tieni a mente che il vaso del bonsai è piccolo e non può contenere molta acqua, quindi è necessario bagnarlo frequentemente» dice Gerrit. «Questo vale sia per i bonsai da interno che da esterno, ma prenditi cura di questi ultimi soprattutto in estate, quando l’annaffiatura è una parte importante della manutenzione. Non pensare di poterli lasciare lì incustoditi e aspettarti che stiano bene».


Se non sei sicuro di quale sia il programma di annaffiatura ideale, puoi ritenere sempre valide le regole generali. Quindi, controlla se il terreno è umido a circa un centimetro e mezzo di profondità e, se è asciutto, allora il tuo bonsai ha bisogno d’acqua. È meglio annaffiare al mattino, in modo da dare all’albero la possibilità di assorbire l’acqua e di asciugarsi. 


Luce e posizione


In generale, i bonsai preferiscono la luce indiretta, anche se per molti bonsai da interno può andar bene anche la luce diretta del sole. «Per i bonsai da interno è importante trovare un posto con tanta luce naturale. Bisognerebbe evitare l’utilizzo di illuminazione artificiale perché non fornisce effettivamente la luce di cui hanno bisogno i bonsai» spiega Gerrit. 


Tieni il tuo bonsai in punti ben illuminati, preferibilmente con luce indiretta

Una cosa da considerare è lo spostamento del bonsai. I bonsai da esterno amano la luce del sole, ma è necessaria anche un po’ di ombra pomeridiana in estate, a seconda di quanto sia caldo il clima locale. Tuttavia, assicurati di lasciare che si adatti al tempo e alle stagioni che cambiano, perché una protezione eccessiva del tuo bonsai (soprattutto in inverno) può essere dannosa per la sua crescita. 


Condizioni del terreno


La giusta miscela di terreno dovrebbe essere in grado di drenare bene. Bisognerà creare spazio e dare aria al terriccio, quindi prendi in considerazione la possibilità di aggiungere piccole rocce e pietre che possano disgregarlo un po’. Ugualmente importante, il terreno deve poter trattenere una certa quantità di acqua. I terreni pre-miscelati specifici per bonsai (spesso conosciuti come “miscela per conifere”) sono spesso la scelta migliore, in modo da doverti preoccupare meno di creare le condizioni ideali. 



Aggiungi piccole rocce e pietre nel terreno per creare sacche d’aria


Nutrimento e rinvaso


I bonsai vengono coltivati in piccoli vasi e, per via del loro specifico sistema di crescita, il nutrimento e il rinvaso sono aspetti cruciali della tua strategia di cura. Per i bonsai da esterno, è meglio fornire nutrimento con fertilizzante nella stagione di crescita. Per i bonsai da interno, invece, conviene farlo durante tutto l’anno. Esistono fertilizzanti specifici che sono ideali per bonsai e contengono parti uguali di fosforo, potassio e azoto. Assicurati di nutrire i tuoi alberi quando il terreno è umido, poiché farlo quando è secco può essere dannoso per la pianta. 


Il rinvaso è essenziale perché fornisce al tuo albero nuove sostanze nutritive. Gli alberi a crescita rapida possono essere rinvasati ogni anno, ma gli alberi più vecchi hanno bisogno di essere rinvasati dopo tre o cinque anni. Il periodo migliore per il rinvaso è dopo l’inverno, all’inizio della primavera, quando l’albero è ben “riposato” ed è pronto a crescere. Saprai quando rinvasare se le radici circondano la massa radicale invece di essere inglobate nel terreno, se le foglie diventano giallo pallido e le gemme iniziano a crescere sul fusto.  


Potatura


Si tratta di un aspetto più elaborato della cura del tuo bonsai, ma è essenziale in quanto ti aiuterà a far crescere l’albero nello stile desiderato. «Spunta i nuovi germogli e cerca di mantenerne la forma originale. Investi in un buon set di cesoie da potatura, in modo da assicurarti di non danneggiare l’albero in questa fase». 



La potatura è una dell gioie di possedere un bonsai, perché puoi dare al tuo albero la forma che preferisci

Pota la parte superiore della chioma dell’albero in modo più esteso, poiché in questo modo potrai distribuire la crescita in modo uniforme e in una direzione specifica. La cura del bonsai consiste nel contrastare il solito schema di crescita dell’albero, spingendolo verso la parte centrale e inferiore dell’albero in modo da poter garantire la tipica chioma di foglie in cima.


____________________

Esplora la nostra asta di bonsai oppure registrati come venditore su Catawiki. 


Scopri altre piante e bonsai | arredamento e decorazioni di interni | arte asiatica


Potrebbero interessarti anche:


L’antica arte dei bonsai: coltivando l’estetica giapponese

Una guida rapida alle stampe xilografiche giapponesi

Come usare l’antiquariato per creare un giardino di alto livello


Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati adesso!