Guide e suggerimenti

Cos’è l’Art brut?

Scritto da Simone | 12 giugno 2020 | Immagine di copertina: André Labelle - Les Martiens

Dopo tutte le spiegazioni sulla differenza tra arte classica, moderna e street art, ci addentriamo nel territorio meno conosciuto dell’Art brut, nota anche come “arte grezza”. Cédric Capliez, il nostro esperto di arte moderna, ci racconta qualcosa in più su questo argomento. 

Cos’è l’Art brut?

Quando pensiamo alla figura di “artista”, l’immagine che spesso ci torna in mente è quella di un “artista che vive di stenti”, il genio che ha dedicato tutta la sua vita all’arte e che non può fare a meno di creare. L’immagine è quella di una persona con anni di formazione alle spalle, che costruisce la propria arte sull’eredità dei maestri che l’hanno preceduta. C’è un genere artistico, tuttavia, che mette seriamente in discussione tutto questo. 

«L’Art brut [che letteralmente significa “arte grezza” in francese] era originariamente vista come un’arte minore perché praticata da individui che non erano considerati “artisti”. Oggi viene chiamata anche “arte spontanea”, per sottolineare che questi artisti sono spesso autodidatti ed esprimono il proprio stile senza limiti se non quelli della loro immaginazione» ci dice Cédric. «La differenza principale tra l’arte grezza e altre forme d’arte è che quest’ultima non è influenzata dalle tendenze o dai mercati, ma è creata in solitudine. Questi artisti non sono “contaminati” dalle regole accademiche o dalle esigenze sociali. Il risultato è quindi un’arte spontanea e originale».


Laurentiu Dimisca - Le couple

Quali sono i personaggi chiave?

L’artista francese Jean Dubuffet ha avuto un ruolo essenziale nell’ascesa dell’Art brut, non creando e contribuendo con le sue opere, ma dando vita a La Compagnie de l’Art Brut. Questa associazione si dedicava alla scoperta, documentazione ed esposizione di opere di Art brut e ha avuto un ruolo chiave nella definizione e nella divulgazione del genere. Questo artista ha anche coniato il termine “art brut” e ha collezionato migliaia di opere che sono ancora oggi esposte a Losanna, in Svizzera. 

«Alcuni critici d’arte o galleristi, come Wilhelm Uhde, sono stati pionieri nel difendere e sostenere le opere di Art brut nella loro galleria» continua Cédric. «Per quanto riguarda gli artisti “spontanei”, possiamo citare Séraphine “de Senlis” Louis: una cameriera francese analfabeta che dipingeva per hobby. Un altro è Henri “Le Douanier” Rousseau: un doganiere che non aveva mai viaggiato e che spesso veniva preso in giro dalla critica, ma che ora è acclamato per i suoi dipinti di giungle e creature misteriose. Entrambi sono diventati molto popolari dopo la loro morte. Infine, uno degli ultimi grandi artisti dell”Art brut è stato Roger Chomeaux, detto anche “Chomo”, che si era stabilito nel bel mezzo della foresta di Fontainebleau per realizzare sculture con materiali di scarto». 

Danielle Jacqui - Le cavalier

Perché l’Art brut piace così tanto?

Molti di noi probabilmente si immedesimano nella sensazione di estraneità alla società moderna, quindi non c’è da stupirsi che negli ultimi anni l’Art brut si sia affermata come genere artistico di successo. «Sebbene screditata in passato, quest’arte si sta adesso facendo strada nelle mostre più prestigiose e i prezzi stanno salendo alle stelle. Finalmente sta ottenendo il riconoscimento che merita» dice entusiasta Cédric. «Le ragioni per apprezzare quest’arte sono l’originalità, la freschezza e il carisma dei suoi creatori, che sfidano il concetto stesso di artista».

____________________

Ti interessa l’arte? Esplora le nostre ultime aste qui oppure registrati come venditore su Catawiki.

Scopri altra arte moderna e contemporanea | arte classica

Potrebbero interessarti anche:


Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati adesso!