Storia

Il fascino universale di Yayoi Kusama

Scritto da Tom | 10 aprile 2020


La rivoluzionaria novantenne del mondo dell’arte , Yayoi Kusama, non ha mai avuto un ruolo tanto significativo come questo momento. Artista giapponese famosa per le sue stratosfere vorticose di pois, le mostre interattive di Kusama che sfidano ogni confine sono diventate negli ultimi anni un vero fenomeno globale. Ma chi è la donna dai capelli rossi che delinea questi universi fantastici e perché questo è il suo momento d’oro? 

Enigma


La storia di Kusama è, forse prevedibilmente, insolita. Cresciuta nella città di montagna di Matsumoto, è attratta dalla pittura sin da giovane, con grande dispiacere della madre. Kusama ricorda che arrivò persino al punto di confiscarle tutto l’inchiostro e le tele, incoraggiando la figlia a concentrarsi invece sul matrimonio. La stessa madre che, nel frattempo, le affidava l’incarico di spiare il padre e le sue molteplici amanti – una strategia che avrebbe avuto ripercussioni a vita per Kusama. 


Le opere di Kusama vivono in un mondo di colori e forme nebulose e allucinatorie, molte delle quali, secondo lei, derivano dalle visioni evasive che aveva da bambina. Caratterizza queste visioni come lampi di luce, spesso affollati campi di punti (un suo motivo tipico). In un’occasione particolare, Kusama descrive il ritrovarsi in un campo infinito pieno di fiori parlanti, le cui teste sono punti, e la sensazione di scomparire. In seguito definirà questo processo come “auto-annullamento”, cioè l’atto di scomparire in uno spazio, che diventerà un segno distintivo del suo lavoro. 



Il processo di auto-annullamento è familiare nelle “Infinity Mirror Rooms” di Kusama 


La stessa Kusama è apparsa e scomparsa varie volte sotto i riflettori della vita pubblica nel corso dei decenni. Dal 1977 Kusama ha vissuto volontariamente in un ospedale psichiatrico, il Seiwa Hospital for the Mentally Ill. È una decisione che aggiunge un ulteriore strato di significato al suo lavoro – caricandolo di una profonda sensibilità al potere della mente – e al suo mondo.


Pois a non finire


Kusama è un’artista contemporanea, ma le sue opere sono una sfida per le definizioni così semplicistiche. Questo diventa del tutto evidente in presenza dei suoi schizzi infantili sulla natura, che hanno accompagnato Kusama fino all’età adulta. La prima zucca che ha visto insieme a suo nonno si è evoluta nelle sue flotte di ormai iconiche sculture di zucca a misura d’uomo, il tutto in una gamma di brillanti colori scanditi da pois neri. Questi puntini neri servono a ricordarci che siamo tutti “un puntino tra milioni di puntini dell’universo”.  



Una delle zucche di Kusama vista sull’isola giapponese di Naoshima


Il concetto di infinito (e di auto-annullamento) ha un ruolo centrale nel lavoro di Kusama. L’infinito e le illusioni spaziali non sono necessariamente concetti da lei introdotti nell’arte, ma siamo abituati a vedere queste opere confinate all’interno di una cornice. Kusama ha invece messo in discussione questo concetto, prima con i suoi dipinti “Infinity Net” – dove archi di pittura ripetuti si combinano gradualmente in disegni più grandi attraverso un’intera sala – e poi con le sue stanze. Le “Infinity Mirror Rooms” sono gli esempi più noti e celebrati delle installazioni interattive di Kusama: stanze a specchio, che creano l’illusione di molteplici altri spazi, riempite di motivi e immagini ricorrenti.


“Phalli’s Field” è una delle prime stanze a specchio create da Kusama. Falli impagliati a pois affollano il piccolo spazio, mentre gli specchi ne evocano un orizzonte infinito ovunque si guardi. Si tratta di un ambiente davvero insolito e uno degli esempi più all’avanguardia del suo lavoro. Altre stanze di Kusama replicano il cielo notturno e le galassie lontane, come “Aftermath of Obliteration of Eternity” che evoca un universo vertiginoso mostrando come potrebbe essere un mondo costituito solo da lanterne galleggianti. Queste opere, dice Kusama, sono create per farci mettere in discussione il nostro posto nell’universo – siamo, come quei tantissimi punti, soli al mondo o uniti? 


Età dell’estetica


L’impatto di Kusama sul mondo dell’arte di oggi è di vasta portata e la sua interpretazione dell’individuo e dell’estetica è stata una parte importante della sua crescente popolarità. Con la diffusione di Instagram e la crescente tendenza a documentare tutto ciò che si può definire “estetica”, Kusama ha trovato una fonte inesauribile di fan appassionati tra i nativi digitali. È interessante notare che l’atto stesso di fotografarsi tra le opere di Kusama (una rapida ricerca su Instagram ti presenterà innumerevoli esempi) sembra far emergere la questione centrale della sua arte: quanto siamo soli se possiamo scattare una foto – presumibilmente contemplando il nostro posto nel mondo e il nostro isolamento – e condividerla con migliaia di altre persone in un attimo? 



Le stanze di Kusama sono create per farci riflettere sul nostro isolamento, ma l’ascesa dei social media ha introdotto un elemento paradossale nelle sue opere


L’arte di Kusama si adatta magnificamente agli spazi online. È colorata, fantastica e immediatamente condivisibile. E proprio come una volta Kusama si immaginava tra infiniti fiori e campi, noi siamo attratti da quanto sia gratificante vederci plasmare nel suo mondo esteticamente appagante. Conoscendo la sua storia, le opere interattive di Kusama sono per molti versi un discorso sui luoghi in cui andiamo a creare e trovare la bellezza. Tuttavia, per l’uomo moderno possono servire più che altro come lezione di narcisismo ed ego – un segno rivelatore dei tempi. 

____________________

Tieni d’occhio le opere di Yayoi Kusama nelle nostre prossime aste di arte settimanali, oppure registrati come venditore per vendere personalmente le tue opere.


Scopri altra arte moderna e contemporanea | street art


Potrebbero interessarti anche:


Le sculture digitali emotive di Andrea Giorgi


 Il senso di evasione politicizzato di Jad El Khoury


In che modo i portfolio S.M.S. hanno contribuito a rendere l’arte più accessibile


Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 50.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito