Ispirazione

Ritrovamenti fantastici: Questa Sirena delle Fiji non è solo una leggenda marina

Scritto da David Leggett | 20 luglio 2018

Le sirene sono reali, ma non come immagini. Questa settimana il nostro esperto di storia naturale, David Leggett, ti propone un ritrovamento fantastico della nostra asta di camera delle meraviglie (tassidermia) che termina il 29 luglio: una sirena delle Fiji! Scettico? Curioso? Continua a leggere per scoprire di più su questa creatura fantastica e su dove trovarla.

La sirena delle Fiji

Corpo e testa di una giovane scimmia attaccati alla metà posteriore di un pesce: la “Sirena delle Figi” è stata presentata per la prima volta al pubblico dal famoso P. T. Barnum nella New York degli anni ‘40 del 1800. La storia racconta che questa meravigliosa creatura fu “catturata” dai pescatori locali al largo delle isole Fiji, allora un luogo magico e misterioso agli occhi dell’uomo comune.

Le repliche moderne seguono un modello simile: corpo scimmiesco (ora generalmente fabbricato) attaccato a un pesce artificiale, come si può vedere nell’immagine sottostante. Numerosi esemplari sono “scheletrati” – con la misteriosa creatura ridotta alla sua sola struttura interna, come quella all’asta questa settimana.

Questo favoloso scheletro antico di “Serena delle Fiji” in una teca d’epoca con vetro si può trovare nella nostra asta di camera delle meraviglie (tassidermia)

Una leggenda misteriosa

La verità dietro questa creatura fantastica tuttavia è piuttosto differente. Era pratica comune tra i pescatori in Giappone e nel resto del Pacifico cucire il torso superiore delle scimmie su un corpo di pesce, a quanto pare per “fini religiosi”.

Un capitano di nave americano, Samuel Barrett Edes, comprò la “sirena” di Barnum dai marinai giapponesi nel 1822 per l’impressionante cifra di 6.000 dollari. Venne esposta a Londra per un certo periodo ma, alla morte del capitano Edes, suo figlio prese possesso della sirena, poi venduta al Boston Museum. Nell’estate del 1842 Barnum, un appassionato collezionista di curiosità, ispezionò la sirena e accettò di “affittare” l'oggetto per la principesca somma di 12,50 dollari a settimana – il resto, come si suol dire, è storia.

Lo stabilimento di Barnum prese fuoco più volte nel corso del decennio 1860 e la sirena sparì, presumibilmente distrutta in uno degli incendi.

Ma la magia della creatura aveva catturato l’attenzione del grande pubblico e nel corso degli anni ne sono state realizzate molte repliche, che poi si sono andate diffondendo in tutto il mondo. A tutt’oggi, Ripley's Believe It or Not! ne ha una in mostra nei suoi saloni a Piccadilly, Londra, e se ne può trovare un altro esemplare anche nel museo di Brighton, sulla costa meridionale dell’Inghilterra.

____________________

L’asta di camera delle meraviglie (tassidermia) di questa settimana, che termina domenica 29 luglio, include una sirena delle Fiji che si pensa sia stata “catturata” agli inizi del XX secolo e conservata in modo appropriato. Questa curiosa meraviglia proveniente dalla Francia è stata valutata dai nostri esperti che hanno fatto una stima del suo valore tra 1.100 e 1.200 euro.

Scopri di più sirene | tassidermia

Potresti trovare interessanti anche questi articoli:

Crea il tuo account Catawiki gratuito

Ogni settimana ti stupiremo con una nuova selezione di oggetti speciali in offerta all’asta! Registrati oggi su Catawiki ed esplora le aste settimanali supervisionate dal nostro team di esperti.

Crea un account
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito