Quando la Vespa entrò nella storia

Quando sui parla della Vespa è difficile non pensare a Audrey Hepburn alla guida per le strade di Roma con Gregory Pack in Vacanze Romane. Il film in effetti contribuì non poco a diffondere l’immagine e lo charme dello storico marchio Italiano rendendo la Vespa lo scooter per eccellenza  in tutto il mondo 

La Vespa fu ispirata dagli scooter americani American Cushman che erano apparsi in Italia durante la seconda guerra mondiale. I Cushman permettevano ai soldati dell’esercito alleato di muoversi facilmente all’ interno delle loro base  e dei piccoli paesi durante il conflitto. A causa del telaio di dimensioni ridotte gli scooter potevano anche essere paracadutati sulla linea del fronte e utilizzati oltre le linee nemiche.

La Vespa fu lanciata sul mercato nel 1946 e il primo modello di scooter il 98cc fu subito un successo: le vendite passarono velocemente dai 2500 pezzi del 1948 a 60,000 nel 1950. 

Fu però la giovane ed affascinante Audrey Hepburn a rendere il marchio celebre attraverso il film “Vacanze Romane” nel 1953. Il personaggio di Audrey, una giovane principessa in fuga degli obblighi della vita mondana, in un gesto d’impulso salta su una Vespa e porta Gregory Peck in giro per le vie di Roma seminando una coda di paparazzi. Un’apparizione breve ma con un grande impatto per lo scooter della Piaggio. La Vespa verde del film, una 125 del 1951 con la targa “Roma 69287”, è ora esposta nel museo di Tolochenaz in Svizzera, città dove la Hepburn visse fino alla sua morte nel 1993.

Il piccolo scooter che conquistò il mondo 

Dopo l’uscita del film si stima che le vendite della Vespa raggiunsero i 100,000 pezzi. Lo  scooter fra il 53’  e il ‘62 fu utilizzato  in più di 60 pellicole tra cui alcune con famosi  ‘bad boys’ di hollywood come Marlon Brando, Dean Martin e Charlton Heston. Nel 1970  la Piaggio aveva  prodotto e venduto più di 4 milioni di Vespa nel mondo.

Come molte altre case produttrici anche la Piaggio ha inseguito sofferto dalla concorrenza internazionale ma ha sempre saputo conservare un zoccolo duro di appassionati, fedeli al marchio che hanno mantenuto vivo l’amore per il famoso scooter, comprando i nuovi modelli e restaurando quelli storici. 

Oggi la Piaggio rimane un icona della qualità del made in Italy, e un simbolo di indipendenza e libertà per tutti nel mondo.

×

Welcome back! Whilst you were away we added the functionality to view auctions and bid in pounds.